Titolari di incarichi politici, di amministrazione, di direzione o di governo

Come da indicazioni del Decreto Legislativo 33/2013, e successive modificazioni/integrazioni, in questa sezione sono disponibili le informazione relative a "Organi di indirizzo politico-amministrativo".

Riferimenti normativi:
Art. 13, c. 1, - D. Lgs. n. 33/2013
Art. 14, c. 1. - D. Lgs n. 33/2013

Art. 4, l. n. 441/1982


 

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Presidente

DEL SAVIO Mauro

Vice Presidente (ex art. 17 co. 4 dello statuto sociale)

SPERANZON Raffaele 

Consiglieri

ANGELI Flavia 

MURKOVIC Juan Carlos 

RAMANI Alessandra 

  • Curriculum vitae
  • Atto di nomina, durata e compensi al 31.12.2018
  • Dichiarazione insussistenza cause inconferibilità e incompatibilità all'atto della nomina
  • Dichiarazione insussistenza cause incompatibilità - Anno 2018
  • Dichiarazione insussistenza cause incompatibilità - Anno 2019
  • I dati di cui all'art. 14 lett d) ed e) DLgs 33/2013 sono disponibili QUI
  • Con riferimento alle dichiarazioni di cui all'art. 14 co. 1 lett. f) del DLgs 33/2013, non si provvede ad alcuna pubblicazione. Si ricorda infatti che tali adempimenti sono stati modificati dal novellato disposto del D.Lgs. 97/2016 (i.e. Revisione e semplificazione in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza, correttivo della L. 190/2012 e del D.Lgs. 33/2013). Le modifiche hanno riguardato anche l’art. 14, il cui comma 1 (non più indirizzato ai “componenti degli organi di indirizzo politico”) disciplina gli obblighi dei “titolari di incarichi politici, anche se non di carattere elettivo, di livello statale regionale e locale, lo Stato, le regioni ed enti locali”. Gli obblighi riconducibili agli amministratori delle società a controllo pubblico sono ora disciplinati, ex nuovo art. 2-bis c. 2 D.Lgs. 33/2013, dall’art. 14 c. 1-bis (di nuova introduzione) che cita: “Le pubbliche amministrazioni pubblicano i dati di cui al c. 1 per i titolari di incarichi o cariche di amministrazione, di direzione o di governo comunque denominati salvo che siano attribuiti a titolo gratuito”. La Consigliera Alessandra RAMANI, dipendente di Friulia S.p.A., riversa alla stessa l’intero compenso percepito per la carica di amministratore di Finest e, pertanto, non riceve alcun beneficio economico da tale attività. Tale impostazione è confermata anche dal D.Lgs. 175/2016 (Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica) che all’art. 11 (Organi amministrativi e di controllo delle società a controllo pubblico) c. 8 prevede che qualora gli amministratori siano dipendenti della società controllante non possono percepire direttamente alcun compenso relativo alla carica “in virtù del principio di onnicomprensività della retribuzione”.

SANGOI Alessandra 

SILLA Luca 

 

 

Data di ultima modifica: 18/04/2019

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto